venerdì 30 luglio 2010

un chilo e mezzo again and again and again...

mmmh (mugolìo)... vengo accusato di battere la fiacca [:D], ma in realtà ero impegnatissimo nell'arte del dolce far nulla (beh, un far nulla relativo, con due bimbi...) e nell'arte di mettere addosso (naturalmente non spalmati uniformemente, ma sempre là, sempre là...) un chilo e mezzo in cinque giorni trascorsi nella riviera romagnola (nota: prima volta nella mia vita che vado laggiù).

borghesissima vacanza a pensione completa [quindi non poteva mancare il topolino all'ombrellone :)].
mi svegliavo pregustando la colazione, indi spiaggia cominciando a pensare al pranzo.. pennica post pastus (insieme alla piccolina, mentre moglie e figlio si rosolano in piscina), risveglio lento e piscina (o spiaggia), cominciando a pensare alla cena, poi passeggiata che terminava ai giochi per bimbi per chiudere con letture varie in camera...

nota 1: ci si potrebbe anche abituare ad una grama vita del genere...
nota 1/bis: anche perchè nella sala ristorante mi facevano trovare di fisso una brocca da 1 lt di birra al tavolo :)
nota 2: cavolo, ma ci sono le conchiglie in spiaggia da queste parti!
nota 3: in mare non mai riuscito ad arrivare dove non toccavo...

15 commenti:

Lucien ha detto...

L'alto Adriatico è notoriamente basso e torbido: non è un granché. Ma dalle nostre parti si magna da dio.
Mia nonna faceva la capo-cuoca proprio negli alberghi/pensioni della riviera romagnola.... certe mangiate!

vittoriobond ha detto...

beh, l'adriatico lo conoscevo di fama... ma per me, abituato da sempre al mar ligure, trovarsi "live" in quella "pozzangherona" (senza offesa, assolutamente) fa un po' effetto...
vero Lucien, ho mangiato bene, e ho trovato cordialissime persone.
comunque, se c'è una cosa buona nel nostro disgraziatissimo paese è la cucina: in qualsiasi regione uno vada, difficilmente tornerà deluso...

pietro ha detto...

In Romagna guadagnare 'solo' cinque chili mi pare un'offesa al territorio.
Non è che hai dato qualche goccia di birra alla bilancia, che, essendo astemia, ha sballato la 'diagnosi'?
Al rientro, fai un giro al sant'Anna, hanno delle bilance pesa-neonati di una precisione che spacca i grammi.
Aspetto la rettifica.

E comunque vedi di smaltire in tempo; è quasi ora...

pietro ha detto...

Errata-corrige: ho confuso i chili con i giorni.
Quindi deduco che sei a dieta.
Se sei ancora lì, fra poco ti inchiodano i piedi e ti ingozzano come un'oca.
Non penso che dalla Romagna ti facciano venir via così denutrito...

Stefania248 ha detto...

Allora sei perdonato! Spero tu abbia passato buone vacanze. Adesso, corsetta mattutina per smaltire.
Squaquerone, piada, tortellini?
Allora: palestra.
:D

ReAnto ha detto...

Una vacanza borghese, prevede anche una "paperona gonfiabile" , che non è la bambola gonfiabile con la bocca aperta ,a cui stai pensando :D

Alligatore ha detto...

Io ho fatto vacanze in bici e ho perso 3 - 4 kg, quelli che volevo perdere... presto arriverò al km 2000, se smette di piovere.

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Ogni tanto una sana vacanza pensione completa con 10 kili in omaggio ci vuole!

Certo bisognerebbe alternarla con altri tipi di vacanze di tanto in tanto, ma non si può pretendere tutto dalla vita.

E se poi c'era il litrozzo fisso a tavola ancora meglio! :D

vittoriobond ha detto...

@all: grazie della comprensione, soprattutto a Pietro che mi ha tirato su il morale :)
@Alligatore: invidio la tua forza di volontà. la mia la ho compromessa nell'85 :(
@ReAnto: in effetti in mare si vedono materassini di tutti i tipi... si sa mai ;)
@Ste: appena racimolo un po' di forza di volontà (vedi sopra) sarebbe proprio il caso (x lo meno la corsetta)... :(
@rospo: non sai che soddisfazione nel cuore entrare nella sala ristorante e vedere il litrozzo di birra sul tavolo (unico fra i tanti tavoli, come fosse un segnaposto :D )

Itsas ha detto...

bhè
con tanta birra non mi meraviglia l'aumento del tuo peso... se poi va tutto in un unico punto del corpo... non ho più dubbi!
comunque se non ingrassi un po' in vacanza... quando lo fai?

vittoriobond ha detto...

hai ragione Itsas... tanto poi tra un po' ci penserà (anche) il Toro a farmi perdere l'appetito... :(

gattonero ha detto...

SE qualcuno ti mettesse le ali, chilo più chilo meno, forse riusciresti a sollevarti.
Che poi non ho capito: seguo la campagna acquisti, e non mi pare ci siano dei Vittorio nei nuovi.
Perché solo scorrazzando per il campo, e magari facendo qualche golluccio, potresti diminuire la circonferenza.
Per smaltire mettiti a disposizione di Lerda, in un paio di sedute 'torni' a essere filiforme.
(Non dimenticare che i dispiaceri fanno ingrassare, non dimagrire...).

vittoriobond ha detto...

@gattonero: vero, i dispiaceri fanno ingrassare, perchè spesso li distraggo con la nutella... ma le preoccupazioni no, quelle ti tolgono l'appetito... forse una compensazione della natura. ;).
non parliamo di giocatori con la maglia granata addosso che danno l'impressione di "scorrazzare" liberi e spensierati nel campo, mentre gli avversari invece giocano a calcio. questa visione la subisco da svariati annetti.. :((

gattonero ha detto...

Sulle preoccupazioni non so come intervenire, e neanche sulla nutella.
Sui dispiaceri da campo sportivo, ti allungo una frase, tanto originale quanto lapalissiana:

DOMANI E' UN ALTRO GIORNO!

Sono sessant'anni, con qualche breve pausa, che ce lo ripetiamo: un anno in più che ci fa.
Prima o poi questo maledetto 'domani' dovrà pur arrivare, cazzo!

gattonero ha detto...

Nel caso tu nuotassi in una piscina di birra (che sogno, vero?) ti preciso che il vecchio pietro si è reincarnato nel suo vero essere: un giovin gattonero.
Che si affida alla tua delicatezza nel non chiedere come perchè quando.
Pensa alla tua pancetta, che è cosa più seria.
Da come ne parli e dai commenti, già ti vedo rotolare in corso Vittorio (coincidenza involontaria) verso il Po.
Almeno i braccioli li hai?