lunedì 14 giugno 2010

non sono neanche troppo incazzato...

Abbiamo perso.

L'anno prossimo si resterà in serie B.
Ma non sono neanche troppo incazzato o depresso...

Punto primo: penso che a conti fatti, il brescia abbia giocato meglio di noi questa finale (beh, lasciamo perdere il goal annullatoci nella finale di andata).
Ieri andavamo alla metà della velocità dei bresciani, sia di gambe che di idee, ma penso sia successo perchè ci siamo arrivati spremuti fisicamente e mentalmente (probabilmente abbiamo pagato la rincorsa che abbiamo fatto durante tutto il girone di ritorno).
E lasciamo perdere disquisizioni tattiche sulla nostra formazione in campo all'inizio perchè se no avrei bisogno di scrivere molto molto di più...

Punto secondo: tutto sommato in serie B si sta meglio: c'è un calcio più vero. più sanguigno, ruspante. Senza i grossi condizionamenti che ci sono in serie A.
Avrò molte nuove trasferte vicine a casa: a Novara, a Varese... volete inoltre mettere la soddisfazione di andare a vedere Portogruaro-Toro (non so neanche dove sia di preciso...) e poi non dovrò andare a vedere qualche partita che si giocherà di domenica alle 12:30 , come capiterà in serie A.
E non giocheremo contro la gobba. Ci sto troppo male, per quella partita: per la mia salute è meglio evitarla, anche se il come la evitammo nel 2006-07 fu una cosa memorabile!
mmm, mi sembra la storia della volpe e dell'uva...

Ah, prima di chiudere, vorrei comunque ringraziare gli sportivissimi tifosi bresciani (degni della loro dirigenza).
Dapprima perchè ieri sera all'uscita dello stadio intonavano cori alla sciagura di Superga (forse dimenticandosi che il loro stadio si chiama Rigamonti, come un nostro giocatore là deceduto, originario di brescia).
E poi anche perchè, mentre eravamo sui pullmini che ci riconducevano (a mo' di bestiame) dallo stadio al parcheggio dove la polizia ci aveva fatto lasciare pullman, macchine etc., ci offrivano festosamente da bere... solo che quello che ci offrivano era ancora nelle bottiglie, in bicchieri di vetro, oppure anche qualche gioiosa sassata...

Qua sopra, non parlerò oltre sulla trasferta di ieri, meglio di no.
di solito sono uno che va alle partite casalinghe (ho la tessera) e a qualche trasferta "tranquilla", magari più interessato per l'occasione al lato enogastronomico che alla partita in sè...
però quella di ieri è stata una esperienza "interessante"...

17 commenti:

Lucien ha detto...

Mi spiace però. Senza il Toro in A, manca sempre qualcosa: la storia del calcio italiano.
Ho sempre avuto simpatia per la maglia granata fin dai tempi di Pulici e Graziani, inoltre mi ricorda un caro amico che non c'è più.

Zio Scriba ha detto...

Pranzando pensavo giusto a te: sarei venuto a dirti qualcosa anche se non facevi un post sull'argomento.
Sono molto dispiaciuto per il Toro rimasto in B, così come sono strafelice per i Varese che invece ci è salito, dopo 25 anni e non so quanti fallimenti.
Vorrà dire che, nella prossima stagione, Varese-Torino sarà un buon pretesto per incontrarci... :D

p.s. sui tifosi bresciani di merda (la maggior parte dei quali non saranno nenache abbastanza alfabetizzati da sapere come si chiama, lo stadio), basti dire che il loro numero uno, invasatissimo in tribuna, era nientemeno che IL TROTA, che ha rubato la scena persino al famoso presidente, che se non sbaglio si chiama, da anni, Corioni-Vattene...

Harmonica ha detto...

mi spiace, e molto, che non ce l'abbiate fatta.
ma Cairo sarà contento, almeno in B risparmia sugli ingaggi....
Forza Toro
Saluti Viola

ReAnto ha detto...

...ma anche la serie B ha il suo fascino :D

Ernest ha detto...

mi dispiace davvero!

pietro ha detto...

Letto.
Ho espresso sul blog la mia contrarietà sia ai play-off che ai play-out. La confermo: la classifica finale deve dire chi è il meglio e chi il peggio. Lo strascico post-campionato porta solo guai (credo che anche in altre occasioni del passato tu abbia avuto esperienze "interessanti").
Ieri il Toro sembrava reduce da una nottata con mucche prosperose, vogliose, e tutte alla fine soddisfatte.
Loro; e Toro, come si dice, leggermente spompato.
Adesso speriamo che Petrachi riesca a confermare il buon lavoro fatto dal suo arrivo in poi.

Alligatore ha detto...

Mi dispiace un sacco, condivido il pensiero dell'amico Lucien, senza il Toro in A non è lo stesso campionato. Tristissimo il dopoparita. Comunque hai ragione, anche in B si gioca a calcio e ci si possono pendere soddisfazioni (come il mio piccolo Chievo qualche stagione fa).

Itsas ha detto...

peccato!

un alleato contro "quelli là" ci voleva in seria A....
sarà per l'anno prossimo!

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

La serie A senza Torino è come il cielo di notte senza stelle... C'è poco da fare... E per il dopopartita dopo non lamentiamoci delle tessere dei tifosi e compagnia bella, perchè finchè non ci sarà un solo tifoso che riesca ad arginare il tifo malato, quello che sta distruggendo il calcio, pagheremo tutti per sempre... Non sai quanto mi spiace Vittò, sarebbe stata un'impresa dal sapore ancor più dolce di una "semplice" vittoria a mani basse... Ma purtroppo quest'anno troppe cose non andavano e credo tu lo sappia bene...

pietro ha detto...

@ al rospo:
Te l'ho detto in altra occasione, la tua bocca sarà larga, ma anche il cuore non scherza.
La serie A senza il Toro paragonata a un cielo di notte senza stelle, è un groppo di poesia cui non sarei mai arrivato. Sono certo che anche Vittorio ci si crogiolerà, almeno fino all'inizio del prossimo campionato.
Non per la vittoria, meritata sul campo, ma per il comportamento della cosiddetta tifoseria bresciana, ogni volta che questa squadra sarà castagnata (spero da tutte, meno una) sarà godimento porcello.
Il sapere, poi, che in tribuna a Brescia c'era il pesce più stronzo dell'universo che faceva cagnara (non può essere che tifasse, non è all'altezza), per ogni partita persa dalla leonessa sarà goduria parossistica, sperando che il mio vecchio cuoricino tenga.

vittoriobond ha detto...

grazie a tutti per la solidarietà espressa. :)
(non ho potuto rispondervi prima perchè ieri sera sono crollato appena toccato il divano...)
@rospo: la tessera del tifoso non è assolutamente il modo di risolvere il problema.
@zio scriba: sarà facile che io vada a varese. vedremo il calendario...
@harmonica: non mi parlare di cairo, per favore...
@ernest: grazie anche a te. se non sbaglio sei genoano (se mi sbaglio chiedo umilmente scusa). mi sono chiesto che accoglienza avremmo avuto da voi l'anno prossimo se fossimo risaliti in serie A...
@pietro: concordo l'opinione su playoff/playout. e anche su petrachi che fin qua ha fatto più che bene (molto meglio del reclamizzatissimo foschi)
e concludo con un: "che si vinca o che si perda, forza Toro e giuve merd@!"
ci vedremo in coppa italia.

pietro ha detto...

@ camillo: sulla conclusione, senza attenuare con la chiocciola, SIEMPRE mierda!

Euterpe ha detto...

Peccato una stagione rovinata dalla prima parte.Fossi in voi spererei che Cairo venda,fino ad oggi ne ha imbroccate davvero poche.L'anno prossimo cmq siete obbligati moralmente a vincere, non vorrete mica lasciare il nome della città in serie A sempre e solo alla juve?

elena ha detto...

essere tifosi del toro è una vera passione che arriva dal profondo... siamo abituati a soffrire! :)
comunque alla fine forse per quest'anno la B è meglio...in effetti partite vicino a casa, biglietti meno cari, ecc... ;) ciao

pietro ha detto...

@ Elena:
So quasi a memoria tutti i nomi degli angeli, ma un angelo di nome Elena non mi risultava.
Comunque, evidentemente, c'è.
Con la massima dolcezza possibile, ti stritolo con un abbraccio.

pietro ha detto...

@ Vittorio: sto rincoglionendo, non so da dove è uscito 'sto Camillo. Comunque il resto è sempre valido: forza Toro, juve merda!

vittoriobond ha detto...

@pietro: sempre!